• l'unico impianto in aiuola in kit di montaggio

    FITODEPURAZIONE IN AIUOLE E FIORIERE MODULARI

    Facile da montare senza mezzi meccanici

  • IMPIANTI A NORMA DI LEGGE

    FITODEPURAZIONE FUORI TERRA

    Impianti di fitodepurazione fuori terra in kit di montaggio. Tecniche di depurazione sviluappate in collaborazione con BRUNI FITODEPURAZIONE azienda leader del settore con esperienza trentennale

 

 

FITODEPURAZIONE: cosa è?

La fitodepurazione è un sistema di depurazione naturale delle acque reflue domestiche e agricole, che riproduce il principio di autodepurazione tipico delle zone umide. Le piante hanno il ruolo fondamentale di creare un habitat idoneo alla crescita della flora batterica protagonista della depurazione biologica.

ABBIAMO SVILUPPATO UN NOVITA’: le fitoaiuole le fitofioriere unendo le idee innovative di Bruni Depuratori e Modularte


ACQUE RESIDENZIALI DA DEPURARE

Le RESIDENZE ISOLATE E IN AREE NON SERVITE DA IMPIANTO FOGNARIO devono per legge essere dotate di impianto di depurazione in grado rimuovere gli inquinanti delle acque di bagni e cucine costituiti da sostanza organica, azoto fosforo e patogeni. La depurazione può essere eseguita con impianti di depurazione meccanici o impianti di fitodepurazione ben integrabile nel proprio giardino o area cortiliva.

 

Contattateci per valutazioni di progetti e realizzazioni, vi faremo un’offerta senza impegno.

 

 

 

 

FITODEPURAZIONE FUORI TERRA IN KIT DI MONTAGGIO

Progettiamo e realizziamo impianti di fitodepurazione FUORI TERRA facili da montare in pratico kit di montaggio. Personalizzazione delle finiture. Grazie alla facilità di composizione e modularità della struttura, è l'impianto di fitodepurazione che si adatta ai vostri spazi (giardino o cortile) e non il contrario.

IN KIT DI MONTAGGIO

IN KIT DI MONTAGGIO

Impianti di fitodepurazione FUORI TERRA in kit di montaggio, non servono opere edili ed è facile da montare.

FITO AIUOLA E FIORIERE

FITO AIUOLA E FIORIERE

Le FITO AIUOLE e FIORIERE sono modulari e facilmente componibili sul posto

SUBSTRATO

SUBSTRATO

Substrato realizzato in ghiaia lavata e zeolite Litosina. Progettiamo per voi l'impianto in base alle dimensioni, forma, disposizione in giardino e numero di residenti

 

 

PRETRATTAMENTO delle acque

Gli impianti di fitodepurazione necessitano di pretrattamenti (fossa Imhoff, degrassatori, fosse biologiche, ecc.) al fine di rimuovere le sostanze particolate e le parti più grossolane presenti nei liquami in ingresso, per evitare intasamenti dei letti filtranti.

Il pretrattamento migliora l’efficienza depurativa dell’impianto di fitodepurazione e ne allunga la vita media.

L’impianto viene quindi ad integrarsi all’esistente serie di fosse biologiche e degrassatori in dotazione all’abitazione.

 

SUBSTRATO DI COLTIVAZIONE

Il substrato di crescita delle piante deve essere drenante e appositamente studiato per garantire il giusto grado di umidità per le radici piante e le colonie batteriche che innescano le trasformazioni biologiche e chimiche di base. La pluriennale esperienza di centinaia di impianti realizzati dalla BRUNI DEPURAZIONI vi potrà garantire la migliore composizione degli strati del substrato con ghiaia, sabbia lavata, zeolite Litosina.

Il bacino di fitodepurazione si può riempire anche solo di inerti senza alcuna copertura di terreno vegetale se si vuole evitare la crescita di essenze vegetali diverse infestanti e consentire nel contempo la crescita delle piante fitodepuranti con il solo apporto del refluo da depurare.

Unicità e peculiaretà del nostro impianto è rappresentato dall’utilizzo della ZEOLITE LITOSINA, minerale zeolitico di origine vulcanica che dopo specifico trattamento (disidratazione spinta e vagliatura) possiede caratteristiche altamente idonee alla fitodepurazione. La Zeolite Litosina ha elevate capacità di cedere gradualmente acqua alle essenze vegetali poste a dimora sulla fitodepurazione, garantendo quindi anche in assenza prolungata di pioggia e apporto di acqua da depurare un ambiente ideale per la crescita delle piante.

LE PIANTE

Anche le piante autoctone, arbusti, cespugli, fiori semplici e ornamentali possono essere utilizzate con successo negli impianti di fitodepurazione fuori terra da collocarsi ovunque, anche a ridosso o in ingresso degli insediamenti e nei giardini.

La funzione delle piante è quella di portare nel substrato di coltivazione ossigeno grazie al quale proliferano i batteri aerobici. Tutte le piante svolgono questa azione di trasporto di ossigeno; le piante che offrono le maggiori prestazioni di ossigenazione è per esempio il Phragmites australis, o cannuccia di palude.

Solamente se le piante godono di buona salute e crescita rigogliosa potranno portare ossigeno alle radici e quindi creare l’ambiente ossigenato ideale per le colonie batteriche che decompongono gli inquinanti delle acque da depurare.

 

IMPERMEABILIZZAZIONE DELLA VASCA

La vasca deve essere impermeabile per evitare la percolazione nella falda. Una volta montata l’aiuola o la fioriera si inserisce il telo in dotazione al kit di montaggio. Il telo in PVC è opportunamente spesso per garantire impermeabilità e durata nel tempo

 

La FITO AIUOLA viene dimensionata in base alle necessità di depurazione, mentre forma e disposizione dallo spazio nell’area cortiliva della residenza. Solo dopo un calcolo (richiedere senza impegno a MODULARTE o BRUNI DEPURAZIONE) si definisce la dimensione dell’aiuola tenendo conto che l’elemento modulare standard è di 60 cm alto 30 cm.

Il modulo è costituito da pareti e strutture in lamiera d’acciaio vernicato a polvere in cui è inserita, a richiesta come rivestimento esterno, una lastra in gres porcellanato a scelta (vedere catalogo gres MODULARTE). L’elemento modulare AIUOLA può essere assemblato agli altri moduli ad angolo 90°, 180° e 270°, quindi si possono realizzare forme geometriche libere proprio per adattarsi agli spazi disponibili in giardino.

 

 

 

 La FITO FIORIERA viene dimensionata in base alle necessità di depurazione, mentre forma e disposizione dallo spazio nell’area cortiliva della residenza. Solo dopo un calcolo (richiedere senza impegno a MODULARTE o BRUNI DEPURAZIONE) si definisce la dimensione della FIORIERA tenendo conto che l’elemento modulare standard è di 80 cm alto 80 cm.

Il modulo è costituito da pareti e strutture in lamiera d’acciaio verniciato a polvere in cui è inserita, a richiesta, una lastra in gres porcellanato a scelta (vedere catalogo gres MODULARTE).

Rispetto la FITOAIUOLA, la fioriera essendo più alta consente di realizzare impianti che coprono un’area meno estesa.

 

FUNZIONAMENTO: rassegna dei diversi tipi di impianti di fitodepurazione

FITO AIUOLE E FITO FIORIERE una vera novità per il settore

FITODEPURAZIONE fuori terra

Gli impianti di fitodepurazione a prescindere dalla dimensione si dividono in

  • IMPIANTI CON VASCA DI TRATTAMENTO INTERRATA
  • IMPIANTI FUORI TERRA

I sistemi più tradizionali e per grandi estensioni (oltre i 100 abitanti) sono  impianti con vasca di trattamento interrata, questi impianti necessitano però per la loro realizzazione scavi e opere edili importanti non realizzabili “fai da te”. La realizzazione di questi impianti interrati potrebbe essere incompatibile con gli spazi ristretti residenziali, al punto da valutare la soluzione dell’impianto fuori terra.

 

 

Mentre gli impianti di fitodepurazione FUORI TERRA sono impianti che più facilmente si integrano al contesto residenziale (aree cortilive, giardini, a lato di vialetti e recinzioni) sia per ragioni estetiche (materiali di finitura e forma) che per ragioni di spazio.

A prescindere del tipo interrato o fuori terra, l’impianto di fitodepurazione può essere a:

–     Sistema a flusso superficiale. Il flusso dell’acqua da depurare è costantemente al di sopra del substrato e pertanto questa è sempre esposta all’atmosfera. Questi sistemi sono poco profondi e riconducibili alle aree umide naturali hanno anche una valenza naturalistica ed ambientale ma di contro richiedono una superficie elevata. Per l’uso residenziale sono poco indicati avendo sempre poco spazio disponibile di giardino e la vicinanza all’abitazione.

–     Sistema a flusso sommerso. La superficie dell’acqua da depurare non è mai a contatto diretto con l’atmosfera. Le acque da trattare sono pretrattate solitamente in fosse biologiche o similari e vengono convogliate in un pozzetto in cui una pompa di sollevamento immette l’acqua nella vasca di fitodepurazione (vasca che può essere interrata o fuori terra: in aiuola o in grande fioriera).

L’impianto di fitodepurazione può essere a FLUSSO ORIZZONTALE E A FLUSSO VERTICALE.

Gli impianti FUORI TERRA (fito aiuole larghe e basse e fito fioriere alte e strette) hanno il vantaggio di essere posizionabili nei più disparati punti del giardino, oltre a dare la possibilità di sceglierne il disegno, quindi sia per forma che per altezza

 

Flusso sommerso ORIZZONTALE realizzato con FITO AIUOLE MODULARI: (alte 30 cm)

 

il flusso di acqua rimane costantemente al di sotto della superficie del substrato e scorre in senso orizzontale grazie ad una leggera pendenza del fondo del letto. In questi sistemi il livello dell’acqua si posiziona poco al di sotto della superficie pertanto l’ambiente all’interno del substrato risulta essere prevalentemente anaerobico, grazie ai rizomi delle piante si creano delle microzone ossigenate che determinano lo sviluppo delle colonie batteriche. La materia organica presente nelle acqua da depurare viene decomposta dall’azione microbica, le sostanze azotate sono sottoposte a processi di nitrificazione e denitrificazione, mentre il fosforo e i metalli pesanti sono fissati per adsorbimento sul materiale di riempimento e assorbiti da parte delle piante (la zeolite Litosina ha capacità sorprendenti in questo ambito – vedere di seguito).

Flusso sommerso VERTICALE realizzato con FITO FIORIERE MODULARI: (alte 8o cm)

 

Rispetto al sistema precedente, negli impianti di fitodepurazione a flusso verticale il refluo da trattare è fatto percolare verticalmente attraverso il substrato di riempimento. Il livello dell’acqua si posiziona oltre 60-80 cm. sotto la superficie, la diffusione dell’ossigeno fino agli strati più interni del substrato è resa possibile dall’alimentazione intermittente dell’acqua, la quale, distribuita su tutta la superficie, filtra gradatamente verso il fondo della vasca e mentre l’aria si infiltra negli interstizi del substrato riempimento grazie al flusso intermittente dell’acqua. Il riempimento successivo intrappola l’aria e la spinge in profondità. I meccanismi di rimozione dei contaminanti sono gli stessi dei sistemi a flusso orizzontale però essendo l’ambiente più ossigenato, risulta più elevata l’ossidazione e degradazione della sostanza organica e sono maggiori i processi di nitrificazione.

 

  MECCANISMI DI DEPURAZIONE

La FITODEPURAZIONE avviene mediante l’azione combinata tra substrato permeabile, piante, refluo e microrganismi presenti; i processi su cui si fonda la fitodepurazione sono:

  1. processi fisici: filtrazione meccanica da parte del medium, sedimentazione, assorbimento del medium;
  2. processi chimici: sedimentazione e la degradazione di numerosi inquinanti per azione della luce e delle reazioni chimiche che si innescano;
  3. processi biologici: assorbimento da parte delle radici delle piante dei nutrienti biochimici, metabolismo della flora microbica che svolge la maggior parte del lavoro di depurazione.

La FUNZIONE DELLE PIANTE è molteplice in quanto

  • forniscono una parte dell’ossigeno necessario alla decomposizione della materia organica da parte dei microrganismi aerobici eterotrofi.
  • assorbono, in frazione modesta, gli elementi nutritivi (principalmente inorganici) presenti nell’acqua da depurare
  • le radici rendono il substrato permeabile idraulicamente e stabile,
  • attenuano l’irraggiamento solare, creando un ambiente sfavorevole alla crescita di alghe, regolano gli scambi di calore tra aria ed acqua e quindi sull’evaporazione,
  • riducono la velocità del flusso dell’acqua.

le piante non sono solo ornamento delle FITOaiuole e FITOfioriere, svolgono principalmente l’azione di ossigenazione delle colonie microbatteriche presenti nel substrato.

Il benessere e crescita delle piante è fondamentale per il buon funzionamento dell’impianto, perciò si dovrà garantire il giusto grado di umidità nel substrato.

L’esperienza pluriennale della BRUNI FITODEPURAZIONE ha portato allo sviluppo di impianti (in questo caso esterni: aiuole e fioriere MODULARTE) con ZEOLITE LITOSINA.

 

DIMENSIONAMENTO E FORMA DELL’IMPIANTO

 

 Il dimensionamento dipende:

  • dal tipo di impianto in FITOAIUOLA con flusso orizzontale o FITOFIORIERA con flusso verticale;
  • dal numero di abitanti i cui scarichi domestici vengono convogliati in fossa biologica e poi in impianto di fitodepurazione;
  • dalle caratteristiche delle acque industriali o agricole da depurare che sono state prima trattate con altri impianti meccanici chimici;
  • dagli spazi disponibili nell’area cortiliva, giardino, ecc…

L’impianto deve necessariamente rispettare le prescrizioni di legge, quindi senza lasciare alcuno spazio all’improvvisazione, potete richiedere senza impegno un parere tecnico direttamente a BRUNI FITODEPURAZIONE o a MODULARTE.

 

 

FITODEPURAZIONE

Gli impianti di FITODEPURAZIONE con FITOAIUOLE e FITOFIORIERE Modularte sono realizzati in collaborazione con BRUNI DEPURAZIONI azienda leader nel settore della fitodepurazione.

ESEMPI DI FORME

ESEMPI DI FORME

I moduli FITO aiuole FITO fioriere consentono la realizzazione di aiuole e fioriere che si adattano ai vostri spazi in cortili e giardini

FITO AIUOLA E FOSSE BIOLOGICHE

FITO AIUOLA E FOSSE BIOLOGICHE

Nella posizione in cui posare la fitoaiuola deve essere posato il pozzetto di immissione

ANCHE FIORI

ANCHE FIORI

La fito aiuole è pur sempre un'aiuola che potrete allestire integrando alle piante e arbusti dei fiori

UN IMPIANTO INTERRATO

UN IMPIANTO INTERRATO

Difficile immaginare che qui c'è un impianto di fitodepurazione

LA SCELTA DELLE PIANTE

LA SCELTA DELLE PIANTE

Tante sono le piante, arbusti e fiori che possono crescere bene in impianti di fitodepurazione

IN GIARDINO

IN GIARDINO

L'impianto di fitodepurazione si integra perfettamente nel giardino

POZZETTO DI ENTRATA

POZZETTO DI ENTRATA

L'impianto viene collegato alla serie di fosse biologiche con pozzetto di entrata

FOSSE IN CORTILE

FOSSE IN CORTILE

Gli impianti di fitodepurazione si integrano all'impianto tradizionale biologico dell'abitazione.

PRETRATTAMENTI

PRETRATTAMENTI

Le acqua da depurare vengono pretrattate in fossa biologica, degrassatore e Imohoff

TUBI DI ISPEZIONE

TUBI DI ISPEZIONE

L'impianto di fitodepurazione una volta montato presenta tubi per il controllo del funzionamento

 

UTILIZZI POSSIBILI

Gli impianti di fitodepurazione possono anche essere utilizzati come trattamento secondario dopo un pretrattamento depurativo, cioè come un vero e proprio processo depurativo, fino a 2.000 abitanti, come trattamento terziario di acque prodotte da impianti industriali e agricoli.

Ne deriva quindi che oltre al il trattamento dei reflui domestici, la fitodepurazione può trattare con successo anche:

  • scarichi discontinui o irregolari come quelli provenienti da hotel, campeggi, villaggi turistici, rifugi
  • reflui in uscita da impianti di acquacoltura
  • reflui in uscita da aziende zootecniche
  • reflui in uscita da caseifici e cantine di vinificazione
  • acque di dilavamento stradale
  • percolati di miniere e discariche
  • derivazioni da corsi d’acqua eutrofizzati.

MANUTENZIONE

L’unica manutenzione in questi impianti è il controllo periodico dello scarico a mezzo di analisi chimiche, come richiesto dalla legge.

Vi è poi da considerare la manutenzione (vuotatura periodica in funzione anche del dimensionamento dell’impianto) delle vasche a monte del sistema (vasca Imhoff, degrassatore, ecc.).

Gli impianti correttamente dimensionati non prevedono la sostituzione delle piante, le piante devono crescere bene e rigogliose, quindi un minimo di attenzione deve essere prestato al mantenimento del giusto grado di umidità del substrato. L’utilizzo della ZEOLITE LITOSINA garantisce il mantenimento dell’umidità in modo uniforme nella FITOAIUOLA e FITOFIORIERA, anche nei periodi più secchi estivi (assenza prolungata di pioggia) e magari senza un sufficiente grado di apporto di acque da trattare.

 

 

VANTAGGI DELLA FITODEPURAZIONE (interrata o fuori terra)

Tanti sono i vantaggi rispetto un impianto di depurazione meccanico tradizionale:

  • costi minimi di costruzione e assenza di manutenzione
  • assenza di odori e di proliferazione di insetti nei sistemi a flusso sommerso
  • totale abbattimento della carica patogena
  • creazione di un’area verde al posto di manufatti in cemento
  • possibilità di riutilizzo dell’acqua depurata a scopi irrigui
  • riduzione dei consumi di energia elettrica rispetto ad un depuratore tradizionale
  • effluente finale conforme alle norme vigenti (tabella 1,2 D.lg. n152/2006)
  • funzionamento depurativo indipendente dall’assenza di energia o sovraccarico idraulico fondamentali per il funzionamento dei processi di depurazione tradizionali.
  • non sono richiesti contratti di manutenzione (al contrario degli impianti ad ossidazione e a fanghi attivi).
  • non sono prescritte analisi significative dopo il trattamento di depurazione, pulizie o smaltimenti annuali dei materiali di riempimento (come invece richiesto per i filtri aerobici e anaerobici).

I VANTAGGI DELLA FITODEPURAZIONE FUORI TERRA

A parità di prestazioni tra impianti interrati e fuori terra a seguito di calcolo di giusto dimensionamento (richiedere senza impegno il calcolo a BRUNI FITODEPURAZIONE o a MODULARTE), gli impianti fuori terra presentano i seguenti vantaggi:

  • facile montaggio grazie al kit FITO AIUOLA e kit FITO FIORIERA senza necessità di mezzi meccanici, attrezzi o capacità professionali particolari;
  • posizionamento della FITO AIUOLA e FITO FIORIERA nell’area cortiliva o giardino realizzando una forma per adattarsi agli spazi disponibili anche se piccoli, quindi possibilità di realizzazione di forme allungate e strette (esempio a ridosso delle recinzione o fungere da recinzione stessa con rete metallica fissata alle fioriere stesse) o sagomate per adattarsi e integrarsi bene alla struttura del giardino;
  • l’impianto di fitodepurazione diventa elemento decorativo e d’arredo del giardino; grazie alle svariate lastre in gres disponibili si potrà personalizzare e rifinire l’impianto di depurazione come una normale aiuola o fioriera MODULARTE (lastre in svariate colorazioni e texture tipo pietra, tipo legno, tipo marmo o artistiche).

 

 

CONTATTATECI SENZA IMPEGNO, riceverete ogni dettaglio per il giusto dimensionamento del vostro impianto, ma soprattutto, grazie alla modularità delle nostre aiuole fioriere, adatteremo l’impianto di fitodepurazione ideale per voi tenendo conto della disposizione del vostro giardino. Mandateci delle foto e un disegno con le misure dell’area disponibile, troveremo per voi la soluzione ideale.

Indifferentemente chiamate pure

BRUNI DEPURATORI 

 

 

CONTATTATECI SENZA IMPEGNO, riceverete ogni dettaglio per il giusto dimensionamento del vostro impianto, ma soprattutto, grazie alla modularità delle nostre aiuole fioriere, adatteremo l’impianto di fitodepurazione ideale per voi tenendo conto della disposizione del vostro giardino. Mandateci delle foto e un disegno con le misure dell’area disponibile, troveremo per voi la soluzione ideale.

NORMATIVA

Il Testo unico sull’ambiente (D.lg. 152/2006) incentiva gli impianti di fitodepurazione in quanto tecniche di depurazione naturale in possesso dei requisiti di “trattamento appropriato”: sopportare adeguatamente forti variazioni orarie del carico idraulico ed organico, semplificare la manutenzione e la gestione, minimizzare i costi gestionali.